mercoledì 6 settembre 2017

Recensione: THE WINNER'S CURSE. LA MALEDIZIONE "The winner's trilogy #1" di MARIE RUTKOSKI


Salve Readers, oggi parliamo del primo volume di una serie Distopico/Young Adult  davvero molto interessante. E' edito da Leggereditore e scritto da Marie Rutkosky.
Caterina che lo ha letto per noi pare esserne rimasta davvero colpita.


TITOLO: THE WINNER'S CURSE. LA MALEDIZIONE

SERIE: THE WINNER'S TRILOGY #1

AUTORE: MARIE RUTKOSKI

EDITORE: LEGGEREDITORE

GENERE: DISTOPICO/YOUNG ADULT

DATA DI USCITA: 13 LUGLIO 2017 E-Book
                         27 LUGLIO Cartaceo

The Winner's trilogy:
0.5 Bridge of Snow
1. The Winner's curse. La maledizione 13/07/2017
2. The Winner's crime
3. The Winner's kiss

In quanto figlia di un potente generale di un vasto impero che riduce in schiavitù i popoli conquistati, la diciassettenne Kestrel ha sempre goduto di una vita privilegiata. Ma adesso si trova davanti a una scelta difficile: arruolarsi nell’esercito oppure sposarsi. La ragazza, però, ha ben altre intenzioni... Nel giovane Arin, uno schiavo in vendita all’asta, Kestrel ha trovato uno spirito gentile e a lei affine. Gli occhi di lui, che sembrano sfidare tutto e tutti, l’hanno spinta a seguire il proprio istinto e a comprarlo senza pensare alle possibili conseguenze. E così, inaspettatamente, Kestrel si ritrova a dover nascondere l’amore che inizia a sentire per Arin, un sentimento che si intensifica giorno dopo giorno. Ma la ragazza non sa che anche il giovane schiavo nasconde un segreto e che per stare insieme i due amanti dovranno accettare di tradire la loro gente o altrimenti tradire sé stessi per rimanere fedeli al proprio popolo. Kestrel imparerà velocemente che il prezzo da pagare per l’uomo che ama è molto più alto di quello che avrebbe mai potuto immaginare…
Era tanto che avevo adocchiato questo libro ma per un motivo o per l'altro continuavo a posticiparne la lettura. 
Grave mancanza da parte mia, perché ne sono rimasta affascinata da subito, l'ho trovato estremamente coinvolgente ed emozionante.
Normalmente in questo tipo di romanzi ci vuole un po' prima di appassionarsi alle vicende. Le descrizioni delle società, piuttosto che la situazione politica o la descrizione delle loro architetture ne rallenta inizialmente la lettura. Mi spiego, di solito impiego una buona metà del libro per visualizzare chiaramente il mondo distopico che l'autrice sta descrivendo e questo rende lenta la lettura almeno della prima parte. In questo caso ciò non è avvenuto, sono riuscita a entrare e a immaginare subito la società Valoriana e le sue problematiche. 
Questo libro potrebbe far pensare a uno storico fantasy ma non è rapportabile a nessun periodo storico reale, né tantomeno riscontriamo all'interno magia o situazioni assimilabili al genere paranormal.



Kestrel è figlia di un generale dell'eserito Valoriano. Ha quindi una posizione privilegiata nella società. Non molto tempo prima i Valoriani hanno conquistato e assoggettato gli Herriani, che sono ora diventati schiavi dei Valoriani perdendo ogni loro diritto e avere. 
Kestrel ha 17 anni e malgrado la maggior libertà dovuta al suo status ha comunque un destino segnato, le scelte possibili per il suo futuro sono: entrare nell'esercito Valoriano o sposarsi.
Lei ha talento per la musica, vuole suonare il pianoforte... ma nella società in cui vive questo non è accettabile, la musica è una disciplina associata agli schiavi, agli Herriani. Ma lei non può sopravvivere senza esprimersi attraverso la musica.
Un giorno Kestrel si ritrova a un asta di schiavi e mossa da un impulso acquista Arin, neanche lei ne conosce le motivazioni, ma questo ragazzo la colpisce e non può fare a meno di aggiudicarselo.
Arin è un fabbro, molto utile perchè può produrre armi per l'esercito Valoriano. Kestrel in realtà tenta di dimenticare il suo acquisto e la motivazione che l'ha portata a farlo. 
Quello che nessuno sa è che Arin ha dei piani segreti e insinuarsi in casa del famoso generale è stato un vero colpo di fortuna. Man mano che passa il tempo Kestrel e Arin si avvicinano. Non subito ma conoscendosi meglio comincia a sbocciare una certa complicità tra loro. Tuttavia Arin non è disposto a rinunciare ai suoi piani anche se tutto ciò potrebbe costare la vita a Kestrel.



Ritengo che la realtà distopica sia egregiamente rappresentata, ho trovato molto convincente il complotto politico nella seconda parte del romanzo. 
I protagonisti li ho trovati fantastici e molto credibili, questa giovane ragazza, Kestrel, dalla mente estremamente brillante è una vera stratega. Molto sicura di sè in alcuni frangenti ma con delle forti insicurezze in altri, dovute naturalmente alla sua età. Lei tuttavia ha il coraggio di esporsi di prendere decisioni anche difficili. Cerca il modo di liberarsi da questa gabbia dorata nella quale la società Valoriana la costringe a vivere, sicuramente troppo stretta per lei.
E Arin con la sua volontà di ferro, e il modo in cui cerca di raggiungere l'obiettivo di riscattarsi, di riappropriarsi della sua vita e perché no, di vendicarsi per tutto quello che gli è accaduto ci appare come un personaggio interessante, sfaccettato.
Se la prima parte di questo libro ti cattura subito, la seconda ti rapisce, ti impedisce di interrompere la lettura.
Ho adorato che l'autrice non sia cascata nel clichè dell'instalove, ma che l'avvicinamento dei protagonisti sia avvenuto gradualmente e anche grazie alle loro affinità e ho anche gradito il triangolo amoroso tra Arin, Kestrel e Ronan (fratello della migliore amica di Kestrel). 
Insomma, un ottimo libro con una notevole costruzione, personaggi interessanti e una trama coinvolgente. 
Senza ombra di dubbio lo consiglierei a tutti coloro che amano gli Young Adult di genere distopico.

Se ti è piaciuto questo post clicca su


Link acquisto Amazon:

Le nostre foto

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...