mercoledì 5 aprile 2017

RECENSIONE: VENDETTA D'AMORE di ANNA GRIECO e IRENE GRAZZINI


Salve readers, oggi la RECENSIONE è su un libro di genere Historical Romance edito da Leggereditore e scritto a 4 mani da due autrici Italiane, Anna Grieco e Irene Grazzini. Purtroppo Caterina che lo ha letto per noi, non è rimasta molto soddisfatta. Andiamo a scoprirne i motivi.

TITOLO: VENDETTA D'AMORE

AUTORE: ANNA GRIECO IRENE GRAZZINI

EDITORE: LEGGEREDITORE

GENERE: HISTORICAL ROMANCE

DATA DI USCITA: 2 FEBBRAIO 2017

AUTOCONCLUSIVO


Londra, XVIII secolo. La contessina Elizabeth Clarendon ha preso la sua decisione: rinuncerà agli agi del suo rango per fuggire insieme all’uomo che ama, Kenneth, anche se è solo un umile stalliere. Non ha fatto però i conti con il padre, uomo egoista e meschino, che minaccia di far uccidere l’innamorato. Per salvarlo, Elizabeth è costretta ad allontanarlo da sé con l’inganno, a costo di spezzargli il cuore.

Un anno dopo, Kenneth è diventato il nono duca di Wellesley e ha un solo pensiero: vendicarsi dell’umiliazione subita. Ma è davvero ciò che vuole? E allora perché l’unica cosa cui riesce a pensare sono quegli occhi di zaffiro capaci di accendergli il sangue nelle vene? Ed Elizabeth, ora che il suo amore è tornato, si ritrova nuovamente attanagliata tra sentimenti e obblighi, in una stretta che le imporrà una nuova scelta.


Chi mi conosce sa che amo gli Historical Romance, soprattutto se ambientati in periodo vittoriano. Quindi potete facilmente immaginare quali sono le autrici che normalmente leggo. Poche sono le Italiane che si cimentano con questo genere e che soprattutto riescono a sostenerlo, anche se ce ne sono.
Elisabeth e Kenneth si innamorano follemente malgrado lui sia un semplice stalliere e lei la figlia di un conte. Pensano di fuggire per coronare il loro sogno d'amore ma non hanno fatto i conti con lo spregevole conte. Kenneth viene malmenato da dei briganti e gli viene detto che il pestaggio è stato ordinato proprio dalla contessina.
A questo punto Kenneth non pensa ad altro che alla vendetta, e l'opportunità gli si presenta su un piatto d'argento quando il padre fino a quel momento sconosciuto, il duca di Wellesley muore senza eredi e lascia a lui tutti i suoi beni nonché il titolo.
Un'altra storia d'amore si affianca a quella dei due protagonisti principali, in una sottotrama nella quale vediamo svilupparsi l'amore tra la contessina Justine, migliore amica di Elisabeth, un vero e proprio peperino, e il più caro amico di Kenneth, David Fitzgerald. I personaggi sono intriganti sicuramente, soprattutto quelli non protagonisti, ma forse proprio a causa del fatto che attirano troppo l'attenzione fanno sì che il romanzo diventi più un romanzo corale. Ero sicuramente più attratta dalla contessina Justine che dalla bellissima Elisabeth. Insomma, alla fine il risultato è stato non provare empatia con nessuno di loro.



Vorrei far presente che non sono una storica quindi mi atterrò a commentare da lettrice la cui unica caratteristica è quella di leggere un gran numero di libri di questo tipo.
Credo che chiunque di voi abbia letto la trama di questo libro, non abbia potuto fare a meno di vedere le analogie con un conosciutissimo libro della Kleypas "Magia di un amore" che è poi il mio libro preferito di sempre.
Ma sapete anche che non mi fermo mai alle similitudine della trama.
Spesso anche partendo da un tema di base simile se l'autrice è brava riesce a distanziarsi nettamente dall'originale creando delle caratterizzazioni e degli accadimenti che non ti fanno più pensare alle analogie trovate inizialmente.
In realtà leggendolo si capisce chiaramente che questo libro non può essere neanche lontanamente paragonato a ciò che io avevo pensato.
Le motivazioni sono svariate, il linguaggio utilizzato è tutto forché un linguaggio adatto a quel periodo. Posso accettare dei personaggi avanti con i tempi che si comportano in maniera spregiudicata per il periodo storico affrontato, ma non che utilizzino un linguaggio contemporaneo.
Questo libro è un pourtpourri di tutte le cose che evidentemente hanno colpito le autrici nel tempo. La scena che loro stesse definiscono quasi dark... chi di voi ha letto "Schiava per vendetta" di Ann Owen non può di nuovo far a meno di pensare a quel libro. Ma potrei continuare... E anche in questo caso si limitano a una scena per poi mollare tutto lì.
Ora, non discuto la lettura ai fini di ispirazione e conoscenza e dalla quale prendere spunto. Ma credo anche che il tutto debba essere fatto proprio e rielaborato in modo da poter creare un insieme armonico e soprattutto unico.
Qui di unico c'è ben poco e di armonico ancora meno.



I personaggi, sarebbero anche potuti essere molto interessati se sviluppati con la dovuta cura, non una ma ben due coppie, e non sono riuscita ad entrare in empatia con nessuna. Un ulteriore inserimento interessantissimo: Jed Reynolds il capitano americano di una nave mercantile... che vorrebbe conquistare l'amore di Elisabeth. Anche questo uno spunto interessantissimo.
Tante le ingenuità anche nella narrazione, le situazioni veramente poco credibili e tanti i riferimenti conosciuti messi insieme in un patchwork non molto omogeneo.
Io credo che la scrittura a quattro mani, cioè di due scrittrici insieme dovrebbe essere ancora più accurata di quella portata avanti da un'unica scrittrice, ci dovrebbe essere più critica, ci sono più occhi che controllano e valutano se quel che viene scritto è credibile, è armonioso. Ma qui tutto questo pare esser mancato.
Certo, risistemato con un linguaggio diverso, fatto proprio, tolte le molte ingenuità, rendendolo più armonioso con dei personaggi maggiormente approfonditi potrebbe essere un bel libro. Ma signore a quel punto forse sarebbe un altro libro.
Sono curiosa e spero vivamente che questa poca cura forse dovuta alla fretta di confezionare il libro non si ripeta nel prossimo. Riusciranno a superare queste problematiche? Vedremo...
Naturalmente non mi sento in nessun modo di consigliarlo soprattutto alle amanti del genere che ne rimarrebbero sicuramente infastidite.





Se ti è piaciuto questo post clicca su

Link d'acquisto:

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...