venerdì 30 dicembre 2016

RECENSIONE IN ANTEPRIMA: FLOWER di ELIZABETH CRAFT e SHEA OLSEN


Salve readers, la RECENSIONE di OGGI è in ANTEPRIMA. Uno Young Adult edito da Newton Compton. 
Un successo mondiale che molte di noi attendevano con ansia. 
Il cartaceo lo si può già trovare in alcuni punti vendita, l'ebook uscirà a brevissimo.
Andiamo a scoprire cosa ne pensa Caterina che lo ha letto per noi.

TITOLO: FLOWER

AUTORE: ELIZABETH CRAFT e SHEA OLSEN

GENERE: YOUNG ADULT

EDITORE: NEWTON COMPTON EDITORI

DATA D'USCITA: 2 GENNAIO 2016

AUTOCONCLUSIVO




Charlotte vive con la nonna ed è una ragazza con la testa a posto: bravissima a scuola, lavora in un negozio di fiori per pagarsi gli studi. È molto concentrata e non ammette distrazioni, non esce di sera e non accetta inviti dai ragazzi. È ossessionata dal pensiero della madre e della sorella che pensa abbiano sprecato le loro vite alla continua rincorsa dell'amore e del sesso. Charlotte ha promesso a se stessa che non farà la loro fine, non perderà di vista i propri obiettivi per colpa dei ragazzi, per questo studia con estrema dedizione con l'obiettivo di essere ammessa a Stanford. Fino a che, un giorno, nel negozio entra un cliente strano, ombroso ma gentile, un tipo affascinante ed esigente e, all'apparenza, molto ricco. Charlotte fa quell'ultima vendita e all'ora di chiusura torna a casa sicura di non rivederlo mai più... Ma la mattina dopo le viene recapitato un mazzo di fiori bellissimi e costosissimi e scopre che il misterioso cliente si chiama Tate ed è la più famosa pop star del pianeta... e anche se tutto ciò che rappresenta quel ragazzo è distante anni luce dalla vita di Charlotte, la scintilla è scoccata e ora sarà difficile tornare indietro...







Ho desiderato questo libro nell'istante in cui ho messo gli occhi sulla cover, appena ho letto la trama ho avuto la certezza che sarebbe stato mio.
Ora questo è quello che è accaduto prima, quale sarà la mia idea ora che l'ho letto?
Ho dovuto far passare qualche giorno, prima di scrivere la recensione. Avrei rischiato di far guai grossi tanto ero arrabbiata. Ma direi di proseguire con ordine.



Charlotte ha per la sua vita dei piani ben precisi, che non includono i ragazzi. Il suo unico obbiettivo è quello di essere accettata alla Stanford University cosa che le permetterà di poter studiare medicina in seguito. E dati i trascorsi di tutte le donne della sua famiglia, rimanere incinta prima della fine della High School, nella migliore delle ipotesi, (così è accaduto alla mamma, alla nonna, alla sorella), lei evita come la peste i ragazzi. Non le interessano, e non vuole interessarsene.
In questo scenario arriva lo strasexyfigo Tate, che viene subito catturato da Charlotte e inizia a corteggiarla in maniera serrata... Non una sola rosa come in copertina ma vagonate infinite di rose in nome di questo INSTALOVE... ora non è che sia proprio contro il colpo di fulmine, ci sono frangenti in cui è coerente e ci sta... qui risulta tutto un po' troppo affrettato. Valanghe di fiori dopo averla vista per pochi secondi e aver dialogato ancora meno... Ma chi sono io per poter giudicare i capricci di una Rockstar viziata? Vede una cosa e la vuole. Il discorso fila... si arriverà in seguito al vero amore.
Devo dire che Elizabeth Craft e Shea Olsen hanno uno stile talmente gradevole e scorrevole che rende facile immedesimarsi ed essere coinvolte dalla storia e dai personaggi.



Chi di noi a 18 anni non ha sognato di incontrare il suo cantante preferito e avere una storia d'amore con lui. Venitemi a dire che gli avreste detto: no devo studiare 😂😂😂
Insomma fin qui tutto fila... Lui ci prova insistentemente chissà per quale motivo, apparentemente non ce n'è nessuno, se non che lei non lo riconosce come la rockstar sulla quale sbavare, anche se in realtà sbava lo stesso (quindi qui l'elemento novità, forse). Fatto sta che dopo qualche tentativo Charlotte cede alle avances di lui.
Tate è una megarockstar, ed è diventato tale a 15 anni passando per tutti gli eccessi del caso. Un trauma lo fa rinsavire, tiranandolo fuori da tutti questi eccessi.
Ma questo trauma, lo porta a mettere dei paletti nel suo rapporto con Charlotte.
Inizialmente, le autrici ci mostrano una Charlotte determinata, che sa quello che vuole e fa di tutto per prenderselo.
Con Tate invece in brevissimo tempo si viene a creare un rapporto che risulta tutto tranne che paritario, quasi una dipendenza istantanea. Ogni volta che accade qualcosa, che Tate incasina le cose, lei è lì per lì arrabbiata, ma in un istante scema tutto e si ritrova immediatamente tra le sue braccia pronta a rinunciare a ogni suo sogno e a ogni sua convinzione. Certo le autrici ci vogliono far pensare che quelli non erano realmente i suoi sogni, ma forse avrebbero dovuto darci qualcosa di più per avvalorare questa tesi. E' tutto troppo blando.



Tuttavia diciamo che fino all'80% della narrazione tutto fila liscio, plausibile per l'ambiente e per l'età che stiamo vivendo.
Da questo punto in poi per me è stata una tragedia apocalittica. Sono cosciente che per molte di voi non sarà così, ma io che non amo gli happy ending a tutti i costi e le donne tappetino l'ho trovato ruffiano, inverosimile, e francamente una gran presa per i fondelli.
Ho dovuto rileggerlo due volte per essere sicura.
Il suo ricordo della chiromante che la aiuta a prendere la decisione finale è la ciliegina sulla torta... MA SERIAMENTE?!?... Ora un consiglio a tutte le scrittrici, l'happy ending ci sta se vi sforzate almeno un pochino di renderlo credibile... magari con una cinquantina anche un centinaio di pagine in più forse, dico forse mi avreste potuto convincere, ma così...
Insomma per quanto mi riguarda il finale rimette in gioco tutto il libro e non lo fa funzionare. PECCATO aggiungo, perchè il libro ha una scrittura molto coinvolgente per quanto alcune situazioni risultino forzate, il personaggio di Tate non proprio chiarissimo, e Carlos "il miglior amico" della protagonista un clichè, il tutto era comunque digeribile, ma non con quel finale. Quello proprio no.
Lo consiglierei? Ma... sìììììììì perchè voglio che mi diate la vostra opinione. Sono veramente curiosa di scoprire se sono io ad averlo preso male. A volte capita ;)



Se ti è piaciuto questo post clicca su

Link d'acquisto Amazon

2 commenti:

  1. Aspetto ancora più curiosa il 2! Considerando la mia passione per i finali forzati.....suppongo non sarà molto dissimile da quella di Caterina però, boh! Lo voglio leggere ancora di più!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Neanche io rinuncerei alla lettura... Sarei troppo curiosa, come te. Inoltre il romanzo risulta molto coinvolgente... è indubbiamente ben scritto. Questi finali maledetti ;)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...