lunedì 19 dicembre 2016

RECENSIONE IN ANTEPRIMA: FINO ALL'ULTIMO BATTITO di LIDIA OTTELLI


Oggi recensione in anteprima per un libro tutto Made in Italy anche se l'ambientazione è di oltreoceano!
Ci troviamo in Kansas, in una sperduta cittadina nella quale trovano rifugio Adam e Allison...
Si tratta del nuovo romanzo di Lidia Ottelli in uscita domani, edita da Newton Compton.
Barbara lo ha letto in anteprima per noi, andiamo a scoprire se lo ha apprezzato...

TITOLO: FINO ALL'ULTIMO BATTITO

AUTORE: LIDIA OTTELLI

EDITORE: NEWTON COMPTON

GENERE: NEW ADULT/CONTEMPORARY ROMANCE

DATA DI USCITA: 20 DICEMBRE 2016

AUTOCONCLUSIVO


Una sperduta cittadina del Kansas. Adam Wilson, ex rock star, bello da mozzare il fiato e arrabbiato con se stesso e con il mondo, è tornato qui perché sa che questa è la sua ultima possibilità per redimersi da una vita fatta di eccessi. Allison, invece, arriva a Coffeyville da Denver, con un bagaglio carico di segreti, in cerca di tranquillità e salvezza. Viene subito accolta dalla comunità e trova lavoro proprio nel pub di Adam. Lui e Allison sono così simili che non possono non fare scintille sin dal primo momento: litigano, si urlano addosso, e si desiderano da morire…


Oggi vi parlo dell'ultimo romanzo di Lidia Ottelli.
È la seconda volta che leggo e recensisco questa autrice italiana (RECENSIONE QUI) che questa volta si è cimentata in una storia completamente diversa per ambientazione e genere.
Ci troviamo in Kansas, a Coffeyville dove entrambi i protagonisti principali trovano rifugio dal loro passato.
Adam da un passato da rockstar, denso di droga, donne, eccessi e di tutto il marcio che si compone lo star system e la fragile Allison da un ex violento incline agli abusi di alcol e droghe...
Vi devo dire che la trama mi ha coinvolta subito.
Allison arriva nella cittadina a corto di denaro e grazie alle raccomandazioni della proprietaria della tavola calda riesce a trovare un lavoro come cameriera nel pub di Adam.


Adam può essere definito uno dei tanti "stronzi arroganti bad boy" che ci piacciono tanto.
Da subito fra i due scoccano scintille tra frecciatine e sguardi fulminanti.
Ma si sa, gli opposti si attraggono e fra i due l'attrazione è inspiegabilmente alle stelle.
Entrambi cercano di combattere questa alchimia e al tempo stesso si dichiarano guerra a colpi di insulti fino a che il passato torna inaspettatamente nella vita di Allison e Adam non potrà fare a meno di proteggere la cosa più vera e bella che gli sia capitata da un po' di tempo...
Vi devo dire che questa storia mi è piaciuta tantissimo.
Sarà perché mi piacciono i bad boy che cercano redenzione? Sì.
Sarà perché credo ancora ai principi azzurri? Sì.
Sarà perché l'ambientazioni negli Usa mi piacciono di più di quelle nella provincia italiana? Ahimè sì.
Questo romanzo ha tutti gli ingredienti che cerco in una storia.
L'autrice questa volta è meno descrittiva e più essenziale, mi spiego meglio.
La narrazione si presenta a POV alternati, che a mio avviso sono perfettamente sinergici, eccetto che in un paio di passaggi dove ho trovato superfluo il racconto dal punto di vista dell'altro protagonista, ripetendo le scene, ma per lo più i pov completano la visione della storia a 360 gradi, riempiendo quei buchi che rimarrebbero se non si vedesse attraverso gli occhi dell'altro quello che sta succedendo.
Ci sono molti dialoghi per cui ti ritrovi a leggere il libro con scorrevolezza, evitando quelle lunghe descrizioni che personalmente a volte ritengo eccessive e pedanti.
A differenza però dell'altro libro la scrittura l'ho trovata più "sporca", ma non intendo non corretta, intendo meno accurata come se il romanzo fosse stato scritto e poco metabolizzato prima della pubblicazione.



Alcune affermazioni mi sono sembrate un po' banali e scontate. 
Mi permetto di fare questo paragone proprio perché ho letto il precedente libro di questa autrice.
Detto questo però ho trovato ben rappresentati i protagonisti principali e poco i secondari, ma come ho detto il carattere di questo romanzo è essenziale pertanto ci sta che la scelta dell'autrice sia stata proprio quella di non volersi dilungare su aspetti superflui della storia.
Sono presenti molte scene hot e il linguaggio è quello da bad boy senza peli sulla lingua.
Il finale è quello che ci si aspetta ma io avrei preferito vedere un momento veramente toccante per Adam, che le annuncia di voler condividere con lei (che per ovvi motivi non intendo spoilerare ;-) ) ma che invece ci viene raccontato sommariamente dal pov di Allison.
Vorrei comunque spendere due parole da lettrice di New Adult per l'autrice, incoraggiandola a scrivere ancora questo genere perché sono convinta che sia sulla strada giusta...


Per il punteggio sono stata un pò indecisa, ma siccome il mio giudizio rimane un mio parere personale e comunque positivo, so che Lidia non me ne vorrà per mezzo punto in meno e prenderà comunque le mie osservazioni e ne farà tesoro per i prossimi romanzi che scriverà. Lo so che sono esigente ma so che da Lidia posso avere di meglio...Ah dimenticavo, lo consiglio? Certo che sì, vediamo se Adam vi conquisterà!




Se ti è piaciuto questo post clicca su

Link d'acquisto Amazon

2 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...