lunedì 11 luglio 2016

TIENIMI VICINO di MEGAN HART


Salve readers, oggi la recensione è su un libro di recente uscita, l'autrice è conosciutissima in Italia Megan Hart.
Questo suo nuovo romanzo già dalla trama si preannuncia molto intenso. I temi trattati sono molto delicati. 
Martina lo ha letto per noi, andiamo a scoprire, le sue impressioni.



TITOLO: TIENIMI VICINO

AUTORE: MEGAN HART

EDITORE: HARPER COLLINS

GENERE: EROTIC ROMANCE/ CONTEMPORARY
ROMANCE

DATA USCITA: 7 LUGLIO 2016




Effie e Heath sono personaggi molto conosciuti, non per qualcosa che hanno fatto, ma per ciò che è successo loro quando erano piccoli. Segregati e abusati dallo stesso uomo per diversi anni, i due ragazzi hanno trovato conforto l'uno nell'altra sino a quando non sono riusciti a fuggire dalla loro prigione e l'aguzzino non è stato arrestato.
Ora sono due adulti che cercano di andare avanti con le proprie vite. Effie pensa che sia arrivato il momento di cercare di avere una relazione "normale", e Heath non è l'uomo giusto, perché il solo guardarlo in faccia è un salto in quel passato buio e angoscioso. Per questo cambia uomini nello stesso modo in cui si cambia d'abito tutti i giorni. Heath, invece, è da sempre innamorato di Effie, per lui non potrà mai esserci un'altra donna. Inoltre, è convinto che entrambi potranno andare avanti con le proprie vite solo dopo aver affrontato e sconfitto il passato che li accomuna. Una nuova crisi, però, è pronta a scagliarsi contro di loro, tanto che Effie teme che non ritroverà mai un suo equilibrio se non tornando nella casa dove la storia ha avuto inizio e Heath dovrà essere al suo fianco.









Megan Hart è tra le autrici che suscitano in me un interesse molto forte, non solo per la sua scrittura che è sempre lineare e scorrevole ma anche perché nelle sue parole riscopro di vivere emozioni forti e intense. In questo suo ultimo lavoro ho vissuto stati d’animo che oscillavano tra ansia, amore e terrore. La storia è intensa, ma reale più che mai. 
Tienimi vicino è un libro che tratta argomenti che oggi sono alla ribalta delle telecronache, quelle che con orrore ascoltiamo la sera durante la cena e che non speri mai di dover vivere. 





Felicity e Heat sono dei ragazzini che si vivono sulla loro pelle un’esperienza terrificante, ai miei occhi lontana anni luce ma che purtroppo accade troppo spesso. 
Il loro rapimento avviene in due momenti differenti, prima l’uno poi l’altra ma si ritroveranno entrambi in un seminterrato lugubre, quasi privo di luce e solo con poche cose essenziali alla sopravvivenza. Il loro rapitore è un uomo malato, che privato della sua famiglia cerca surrogati per ricreare quello che non poteva avere. Al papà, come vuole essere chiamato “piace” provvedere a loro, piace sentirsi potente e prendersene cura, ma il modo che usa comporta l'uso di droghe e costrizioni fisiche e mentali che portano Effie e Heat ad aver bisogno di lui. Non conoscono il vero motivo del loro rapimento, l’unica cosa chiara è che Heat dovrà prendere il suo posto nell’abusare delle donne che papà porterà a casa, deve abusare di loro, come dice papà, deve fare tutto quello che lui non può più fare.
La loro amicizia nasce così, tra paura e terrore, non sanno mai cosa accadrà e vivono costantemente con la paura di morire da un momento all’atro. Anche mangiare è rischioso, non hanno mai la certezza di cosa ci sia nel cibo, di cosa quell’orribile uomo ci abbia infilato dentro. 





La storia viene descritta in fasi alterne, tramite i ricordi di Effie ho rivissuto il loro calvario, ho sentito le loro paure, ho visto Heat difenderla in tutti i modi possibili, ho visto un ragazzino costretto da un sociopatico vivere il sesso come non sarebbe dovuto. Ho sentito la sua forza nel combattere per lei.
Dura tre anni la loro schiavitù, in questo lasso di tempo si sono conosciuti e si sono innamorati, per Heat l’amore che prova per Effie è talmente forte che al momento della loro liberazione continuerà a volerla e ad amarla più che mai. Ma per Effie non è così semplice voltare pagina, anche se fisicamente è libera, la prigionia rimane nella sua testa. 





Ho capito benissimo quello che prova Effie, non si può dimenticare facilmente e lei cerca in altri uomini quello che solo Heat le può dare, ma stare con lui equivale per lei a essere ancora prigioniera, a rivivere ancora il passato e ora che ha la sua bambina deve guardare avanti. 

Ho sentito l'amore incondizionato di Heat  viscerale dentro di me che non capivo perché Effie prima lo cercasse e poi lo allontanasse- Ha bisogno di lui sempre, ma non vuole cedere a questo sentimento. Qualsiasi uomo in queste circostanze avrebbe preso le distanze, ma non lui, Heat sa benissimo quello che Effie prova e non si allontanerà mai da lei e da quella bambina che ama come fosse sua. 


Questo libro ha aperto il mio cuore, è una storia che lascia il segno, l’ho letto senza rendermi conto delle ore che passavano, con la consapevolezza che è una storia che da donna, da madre spero di non vivere mai. 
Ma è indubbiamente da leggere, è una storia che merita attenzione. Il passato e il presente che si incrociano mi hanno aiutato a entrare nella testa dei protagonisti e capire quello che provano e che tutti i loro comportamenti, anche se ai miei occhi ingiustificati, hanno in realtà una spiegazione. 
Bellissimo libro, ve lo consiglio assolutamente. 




1 commento:

  1. Grazie per la recensione.Stavo aspettando di leggerla!Anche a me piace come scrive Megan Hart.CIAO

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...